PERCORSI DI STUDIO IN EUROPA

percorso studio europa

In Europa i sistemi di istruzione hanno radici profonde e sono molto variegati. L’Unione europea non ha quindi una politica di istruzione comune. Il suo ruolo è invece quello di favorire la mobilità e gli scambi, creando una reale cooperazione fra gli Stati membri attraverso: programmi multinazionali in materia d'istruzione, di formazione e di giovani; programmi di scambio e opportunità di apprendimento all'estero; progetti innovativi di insegnamento e apprendimento; nonchè reti di competenze in campo accademico e professionale.

Un' Associazione come AISDE si pone come intermediario e punto riferimento tra i progetti di vita e di formazione degli studenti e dei docenti italiani ed europei e le opportunità che l’Unione Europea e le strutture accademiche dei vari stati membri mettono a disposizione.

In Italia le università, che si muovono in autonomia in base alla loro struttura amministrativa, sono promotrici di numerose iniziative e programmi nel campo della mobilità e degli scambi, sui quali si può trovare indicazione nel sito del Ministero per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca scientifica e tecnologica. Non sempre però questi percorsi sono semplici da intraprendere. Troppo spesso le aspirazioni si scontrano con una realtà fatta di burocrazia, normative non armoniche, limiti organizzativi.

Uguali opportunità per gli studenti europei

Nell'Unione Europea vige il principio fondamentale di non discriminazione in base alla cittadinanza tra gli studenti di uno Stato membro e quelli che frequentano corsi in un altro Stato membro. Questo principio vale anche per le condizioni d'ammissione ad un istituto d'insegnamento o di formazione, in materia di tasse d'iscrizione o di condizioni per la concessione di una borsa di studio, destinata a coprire l'importo di queste tasse d'iscrizione.

Tutti gli Stati dell’Unione prevedono nella loro legislazione, un'assistenza finanziaria agli studenti universitari e in alcuni Stati membri, se uno studente decide di seguire un corso in un altro Stato membro, la legislazione consente anche il trasferimento della borsa di studio concessa. Questo significa che lo studente può continuare a beneficiare dell'aiuto finanziario concesso dal proprio paese quando frequenta un corso in un altro Stato membro.

AISDE esiste proprio per consentire ai propri soci di accedere con serenità ai propri diritti, con competenza e sicurezza. Non sempre ciò che la legge prevede diventa automaticamente realtà.

L’Associazione interviene anche a sostegno delle giuste rivendicazioni dei propri soci.

https://www.aisde.it/wp-content/uploads/2019/10/AISDE-POP-UP-OTT-2019_1600.jpg