Studiare all’estero, il nuovo trend dei ragazzi italiani

Complessivamente, parliamo di oltre 60.000 persone: gli universitari italiani iscritti in università all’estero sono circa 42.000. Che si tratti della famosa ‘fuga di cervelli’ o di ragazzi che vogliono semplicemente cogliere un’occasione per fare un’esperienza di studio e di vita diversa, una cosa è certa: molti italiani vanno all’estero.

Oggi i corsi di laurea, le specializzazioni e le abilitazioni professionali nelle università europee, rappresentano un punto di svolta a chi dal suo percorso formativo e professionale, vuole trarre i massimi risultati.

Percorsi altamente performanti e inclusivi di almeno un'altra lingua europea, oltre alla lingua madre, da poter giocare come carta vincente nel proprio curriculum di presentazione.

In linea con le direttive del Ministero, atenei di tutta europa si stanno allineando con le esigenze formative e abilitanti, permettendo di svolgere e concludere all'estero, come valore aggiunto, percorsi di studio di grande richiesta per il mercato del lavoro futuro.

 

I commenti sono chiusi